Indice FTSE Mib: cos’è e componenti nel 2021

Cos’è il FTSE Mib? Come funziona Financial Times Stock Exchange Milano Indice di Borsa? Quali titoli compongono l’indice FTSE MIB? Qual è il valore del FTSE MIB oggi?

In questo articolo cercheremo di dare una chiara risposta a queste domande.

Indice
  1. Cos’è l’indice FTSE MIB?
  2. Come fare trading di CFD sul FTSE MIB 40
  3. Composizione FTSE MIB
  4. FTSE MIB e altri indici
  5. Vantaggi del FTSE MIB
  6. Investire nell’indice
  7. Le caratteristiche principali dell’indice FTSE MIB
  8. Fatti interessanti
  9. Vantaggi del FTSE MIB
  10. Domande frequenti: Borsa Italiana oggi

Cos’è l’indice FTSE MIB?

L'indice FTSE MIB è l’indice azionario principale della Borsa di Milano (Milano Italia Borsa, MIB o Borsa Italiana) che si basa su quello della Borsa di Londra. All’interno dell’indice sono rappresentate diverse importanti società. Il FTSE MIB comprende 40 società con una capitalizzazione totale di 400 miliardi di euro e raccoglie circa l’80% della capitalizzazione totale del mercato azionario italiano.

Il nome dell’indice è stato cambiato diverse volte. Fino al 17 ottobre 1994, si chiamava COMIT 30 e apparteneva alla Banca Commerciale Italiana. Quando la Borsa Italiana ha ottenuto i diritti sull'indice, è diventato MIB30. A causa della partnership tra Borsa di Milano e Standard & Poor’s aveva anche il nome S&P MIB. E solo dal 2009 l’indice è diventato FTSE MIB per il motivo di associazione tra le due borse, quella Italiana e London Stocks Exchange (LSE).

L’indice FTSE MIB viene rivisto ogni trimestre da Index Policy Comitee. Ogniuna delle 40 società accuratamente selezionate incluse nell'indice non può superare il 15% dell’indice. La metodologia del flottante è un calcolo medio ponderato della capitalizzazione delle società incluse nell'indice, tenendo conto di tutte le azioni in flottante. Allo stesso tempo, tutti i segmenti di titoli bloccati che non circolano nella zona di libera vendita sono completamente esclusi dal corrispettivo.

Tra i titoli azionari presenti nell’indice ci sono otto banche e tre conglomerati finanziari che stabiliscono l’andamento del mercato, ma che in periodi di crisi e di difficoltà abbassano notevolmente il valore del FTSE MIB. Si tratta, tuttavia, di un indice conveniente perché al suo interno sono presenti diverse aziende che forniscono informazioni sufficienti riguardo alle proprie attività.

Come fare trading di CFD sul FTSE MIB 40

E come per tutti gli indici non è possibile investire direttamente sul FTSE MIB. Ma i vantaggi potenziali di un indice come questo sono veramente tanti. Infatti, oltre a offrire un metodo per investire nel mercato italiano senza dover approfondire gli andamenti delle singole azioni si tratta di un mercato con un’alta liquidità e che offre spread ristretti.

A questo punto i contratti CFD ci possono aiutare a investire in tutti gli indici che fanno parte del FTSE Italia Index Series. Questo tipo di contratto ci consente di realizzare potenziali profitti attraverso le nostre previsioni di ribassi e rialzi degli indici.

Però bisogna notare, che se le tue previsioni saranno sbagliate e il mercato si muove nella direzzione opposta, potresti subire le perdite. In ogni caso il trading ha un elevato rischio di perdere, per questo dovresti sempre monitorare le quotazioni, fare analisi tecnica e fondamentale.

Quando sei sicuro, puoi provare a investire. Quando si fa trading di CFD, indipendentemente dal fatto che il mercato stia salendo o scendendo, questo strumento ti consente comunque di realizzare potenziali profitti se le tue previsioni e le analisi vengono eseguite correttamente. Come? Devi solo decidere se andare a long (aprire una posizione di acquisto) nel caso di previsioni positive o short (aprire una posizione di vendita) se pensi che l’indice possa subire un calo.

Apertura del conto in 3 passaggi: 

  1. Accedi al nostro sito Web e fai clic sulla scheda "Apri un account" per registrare i tuoi dati personali. Dopo aver verificato la tua email e password, puoi entrare nella tua area clienti e continuare con la verifica del tuo account.
  2. Il secondo passaggio si basa sulla compilazione di un modulo che descrive la tua identità commerciale e allega documenti relativi alla tua identità e al luogo di residenza. Una volta verificati i tuoi dati personali, potrai effettuare il tuo primo deposito per poter fare trading sui mercati.
  3. Il terzo passo sarebbe quello di depositare la quantità di denaro che vuoi negoziare e scaricare la piattaforma MT4 sul tuo computer o telefono cellulare. Ricorda che puoi aprire posizioni anche dal Web.

Riferimento storico del indice FTSE MIB

L'indice FTSE MIB, originariamente calcolato da Standart & Poors, è stato pubblicato il 31 ottobre 2003. A differenza della maggior parte degli indici azionari, non è legata a un valore molto alto. La quotazione al momento del lancio era di 10,644 punti base ed è arrivata a toccare la quota di 43,775 prima della crisi globale.

Ma nel febbraio del 2009, gli investitori videro abbattere un altro record con i 17.967,91 punti base, un dato che ha mostrato la natura speculativa dell’economia italiana e i meriti personali di Silvio Berlusconi. A differenza del resto del mondo che visse un periodo di ripresa nel 2010, l’indice del Bel Paese ha continuato a calare e il 1° maggio 2012 il valore era di 12.967,91 punti.

Di recente il FTSE MIB ha raggiunto un valore di 20 mila punti base con cali e rialzi bruschi che hanno mostrato come in un anno e mezzo il prezzo è potuto cambiare di ben 6 mila punti base.

Composizione FTSE MIB

Ma quali società include l’indice FTSE MIB? Alla Borsa di Milano sono quotate ben 470 società, ma nell’indice sono presenti solamente 40 titoli azionari. E si tratta di un indice che per sua definizione è in continua evoluzione e i suoi componenti possono variare in tempo reale in base alla capitalizzazione delle società e della loro liquidità.

Ad esempio, il blocco del campionato a causa del COVID-19 ha fatto calare il valore azionistico della Juventus (BIT: JUVE), che in seguito a una revisione ordinaria dell’indice ha visto l’esclusione del titolo azionario della principale squadra di calcio italiana. E a sostituire la società uscente è stata Banca Mediolanum.

La lista delle imprese che compongono l’indice FTSE MIB:

Nome Abbreviazione
1 A2A A2A
2 Amplifon AMP
3 Atlantia ATL
4 Azimut Holding AZM
5 Banca Generali BGN
6 Banca Mediolanum BMED
7 Banco BPM BAMI
8 BPER Banca BPE
9 Buzzi Unicem BZU
10 Campari Milano CPR
11 CNH Industrial CNHI
12 DiaSorin DIA
13 Enel Enel
14 Eni ENI
15 Exor N.V EXO
16 Ferrari N.V. RACE
17 Fiat Chrysler Automobiles FCA
18 FinecoBank FBK
19 Generali G
20 Hera HER
21 Intesa Sanpaolo ISP ISP
22 Italgas IG
23 Leonardo LDO
24 Mediobanca MB
25 Moncler MONC
26 Nexi NEXI
27 Pirelli & C. PIRC
28 Poste italiane PST
29 Prysmian PRY
30 STMicroelectronics STM REC
31 Saipem SPM
32 Salvatore Ferragamo SFER
33 Snam SRG
34 STMicroelectronics STM
35 Telecom Italia TIT
36 Tenaris S.A. TEN
37 Terna - Rete Elettrica Nazionale TRN
38 UBI Banca UBI
39 UniCredit UCG
40 Unipol UNI

FTSE MIB e altri indici

E se è importante conoscere quali società include l’Indice FTSE MIB lo è altrettanto comprendere che alla Borsa di Milano sono presenti altri tipi di indici secondari. E per evitare confusioni che potrebbero portare a delle perdite da parte degli investitori è meglio chiarire la natura degli altri indici milanesi.

  1. FTSE MIB Dividend - è l’indice che rappresenta tutti i dividendi ordinari che sono stati annunciati e pagati da tutte le società che fanno parte dell’indice principale.
  2. FTSE MIB All Shares - è l’indice che raggruppa tutte le società che fanno parte dell’indice FTSE MIB e di due indici minori il FTSE MIB small cap e il FTSE MIB mid cap.
  3. FTSE MIB Small Cap - è l’indice che segnala l’andamento delle azioni di tutte le aziende che non fanno parte del FTSE MIB e del FTSE MIB mid cap dopo aver applicato i valori degli schemi di capitalizzazione.
  4. FTSE MIB Mid Cap - è l’indice che include le prime 60 azioni che non rientrano nell’indice FTSE MIB in base alla capitalizzazione societaria.
  5. FTSE MIB Star - è l’indice che include tutti i titoli delle aziende del settore STAR, vale a dire delle medie imprese con una capitalizzazione tra i 40 milioni e 1 miliardo di euro.
  6. FTSE MIB Aim Italia - è l’indice che include tutte le azioni delle aziende che operano nel mercato AIM, il mercato alternativo del capitale.

Investire nell’indice

Al momento per poter entrare nell’indice FTSE MIB è richiesto che la quantità di azioni flottanti sia di almeno il 5% e che ci sia liquidità delle azioni e affidabilità delle operazioni. Le operazioni sull’andamento dei titoli devono essere contenute nel database della CONSOB. La valutazione dei titoli avviene trimestralmente il terzo venerdì di marzo, giugno, settembre e dicembre alla chiusura delle negoziazioni.

L’indice FTSE MIB, essendo un indice piuttosto importante, è in una situazione difficile al momento. L’ondata migratoria che ha travolto il Sud dell’Europa, il pesante debito pubblico italiano, i conseguenti problemi economici del paese che l’anno portata a entrare nella lista PIGS dei paesi da tenere sotto osservazione in Europa hanno portato a una costante sottovalutazione del MIB. Per questo motivo gli investitori dovrebbero fare attenzione a questo indice e ai suoi derivati come un’opportunità derivante dalla volatilità.

Le caratteristiche principali dell’indice FTSE MIB

E una volta che è chiaro il concetto di cosa sia l’indice FTSE MIB, di come funziona e da chi è composto è importante capire quali sono le sue principali caratteristiche. A grandissime linee si può affermare che sia un indice che ci permette di avere una quotazione o valutazione su come sta andando il mercato azionario italiano.

Per quanto riguarda la copertura abbiamo già detto che si tratta di un indice che valuta e copre i 40 titoli principali quotati per quanto riguarda la capitalizzazione alla Borsa di Milano nei mercati MTA e MIV. E le caratteristiche necessarie per poter far parte dell’indice sono dettate dal comitato tecnico azionario.

Ma qual è l’obiettivo di un indice tutto italiano? Gli obiettivi e i compiti del FTSE MIB sono molteplici. Innanzitutto, serve da benchmark per comprendere l’andamento del mercato azionistico italiano. Ma si tratta anche di uno strumento che permette di creare fondi indicizzati e derivati.

E per garantire che la valutazione sia sempre coerente con il mercato le azioni sono sempre controllate per garantire un’ottima liquidità e per controllare che la capitalizzazione massima consentita sia sempre al di sotto del 15%, caratteristica che permette di ridurre l’eccesso di concentrazione.

E ovviamente i criteri che determinano i titoli che fanno parte dell’indice e i meccanismi di selezione e di creazione dell’indice si basano sull’assoluta trasparenza. Una caratteristica che si nota anche nel calcolo del valore dell’indice sia in tempo reale che alla fine di una giornata di contrattazione.

Fatti interessanti

Grazie all’espansione delle aziende che offrono beni e servizi in Italia anche al di fuori dei confini europei la maggior parte dei protagonisti che compongono l’indice FTSE MIB sono noti anche oltreoceano. Un chiaro esempio sono le case automobilistiche Ferrari S.p.A. e FCA – Fiat Chrysler Automobiles che vantano una capitalizzazione di 19,7 miliardi di euro.

Tra le società ad alta capitalizzazione ci sono le banche Intesa Sanpaolo S.p.A e Unicredit S.p.A, la Campari S.p.A. e Moncler S.p.A. e il gruppo di telecomunicazioni di Silvio Berlusconi Mediaset S.p.A. E in questo quadro è bene sottolineare come le organizzazioni finanziarie occupano un grande compartimento all’interno dell’indice con otto banche, tre società di investimenti e quattro compagnie assicurative.

L’indice è considerato prettamente italiano, anche se è possibile incontrare alcune società straniere come la svizzera STMicroelectronics NV, l’olandese CNH Industrial N.V. e la lussemburghese Tenaris S.A.

Vantaggi del FTSE MIB

In passato la composizione delle azioni che facevano parte dell’indice italiano era riconsiderata nel momento in cui un’azienda superava una quota flottante del 5%. E per regolare l’indice le strutture aziendale venivano separate, unite o rimosse dall’indice anche nel caso il loro peso superasse il 3%. Si trattava di un metodo per bilanciare in maniera forzata le azioni MIB.

Ma da quando la Borsa di Milano ha deciso di utilizzare il metodo di calcolo britannico questa tipologia di restrizione è stata annullata e l’indice FTSE MIB ha iniziato a mostrare un forte squilibrio. Ad esempio, il gigante dell’energia Eni S.p.A ha una capitalizzazione di 50,3 miliardi, mentre Tod’s si ferma a una capitalizzazione di 2,25 miliardi.

Si tratta di un indice in cui le prime dieci aziende contano una capitalizzazione di 300 miliardi, mentre le altre trenta “solamente” 100 miliardi di euro.

Impara a fare trading di FTSE MIB con r1investing

Con r1investing puoi iniziare a investire nei mercati finanziari e aprire le posizioni che ritieni più opportune senza il bisogno di parteciparci attivamente.

Il broker ha un'elevata sicurezza dei dati e dei depositi, oltre ad altri vantaggi. Alcuni strumenti che offriamo per rendere più convincente la tua esperienza sui mercati:

  • Portafoglio diversificato: abbiamo un portafoglio diversificato di oltre 350 attività di trading con leva finanziaria (fino a 1:30 per i clienti al dettaglio)
  • Segnali di trading: il nostro strumento di segnali premium ti permetterà di conoscere le previsioni di mercato in tempo reale e farti un'idea del sentiment dei mercati.
  • Bassi margini per operazione: i nostri costi di spread sono tra i più bassi del mercato. Per il trading di criptovalute, il margine è fluttuante.
  • Assistenza continua: il supporto tecnico è disponibile dal lunedì alla domenica, dalle 7:00 alle 17:00. GMT per rispondere a tutte le tue domande.

Domande frequenti: Borsa Italiana oggi

Perché il FTSE MIB è importante?

Come tutti gli indici azionari, il FTSE MIB è considerato un vero e proprio termometro della salute del mercato azionistico italiano. Ma oltre a fornirci importanti segnali riguardo alla Borsa di Milano si tratta di un indice che presenta un’alta volatilità con variazioni anche significative nel corso di una giornata. Questo gli ha permesso di guadagnare importanza anche tra gli investitori alla ricerca di sottostanti in grado di fornire potenziali opportunità di ottenere profitto da una speculazione a breve termine.

Сome vengono rivisti i titoli inclusi nell'indice FTSE MIB 30?

Azioni delle società che fanno parte dell’indice FTSE MIB 30 vengono riviste dal Comitato Tecnico della Serie di Indici FTSE Italia ogni trimestre, al mese di marzo, giugno, settembre e dicembre.

I titoli del paniere vengono selezionati per il volume di scambi e sono limitati al 15%, se il peso di un azienda supera questo percentuale, la correzione sarà effettuata trimestrale successiva.

Come investire sul FTSE MIB?

Come dovresti sapere gli indici azionari non permettono di effettuare degli investimenti diretti su questi strumenti che sono utilizzati prevalentemente per valutare l’andamento di un mercato. Per poter fare trading o investire sul FTSE MIB uno dei metodi che puoi utilizzare è investire in un ETF che replica l’indice, vuol dire che è composto dalle stesse imprese e ha le stesse fluttuazioni di prezzo.

Oppure puoi scegliere un altro metodo e fare affidamento a un broker online che ti permetta di utilizzare CFD con sottostante il principale indice italiano. Questo metodo presenta diversi vantaggi tra cui la possibilità di aprire una posizione sia sul rialzo dell’indice, che su un eventuale calo di valore.

Cosa significa FTSE MIB?

FTSE è l’acronimo di Financial Times Stock Exchange, la società che gestisce l’indice italiano, mentre MIB è l’acronimo di Milano Indice Borsa. Si tratta infatti dell’indice di Borsa che valuta il rendimento delle 40 principale società, per quanto riguarda la loro capitalizzazione, che sono quotate a Milano.

Le informazioni presenti nell’articolo sono da considerarsi solamente a scopo istruttivo e non possono essere considerate dei consigli per gli investimenti. Le prestazioni passate non sono un indicatore affidabile di risultati futuri.

Apri account
Open Account